Ottant'anni di associazione Ex-Allievi

MARZO 1933: Si parla per la prima volta di ex allievi dell’Istituto Maria Immacolata. Un centinaio di questi antichi allievi si riunisce a Montecchio Maggiore in Istituto per gettare le basi dell’Associazione. E’ approvato lo statuto ed è formata la presidenza con il signor Vittore Costa presidente.

 

DICEMBRE 1934: Giorno dell’Immacolata. Viene festeggiato in Istituto il nuovo direttore Padre Dario Priante. Numerosa e simpatica risulta l’adesione e la presenza di antichi allievi alla solennità patronale dell’Istituto. In questa circostanza la presidenza degli antichi allievi offre la somma di lire 250 per una finestra a vetri colorati della cappella interna del Sacro Cuore.

 

GIUGNO 1935: Un'assemblea annuale di antichi allievi dell’Istituto, convocata in coincidenza della festa di chiusura dell’anno scolastico, si tiene nel pomeriggio di domenica 30 giugno, con intervento di numerosi soci e alla presenza dei giovani collegiali. Aperta la seduta, il presidente Vittore Costa rivolge un ringraziamento ai presenti, parla del confortante sviluppo dell’associazione che conta ormai 385 iscrizioni e rievoca rapidamente l’attività sociale dell’anno decorso; viene letta la relazione finanziaria ed è stabilito che l’avanzo di lire 375 sia devoluto alla fondazione di una borsa scolastica in favore di un allievo giuseppino povero e ciò in segno di riconoscenza del bene ricevuto.

 

MAGGIO 1937: Il 23 maggio ha luogo un convegno di ex allievi del Patronato Leone XIIIº di Vicenza e dell’Istituto Maria Immacolata. “Al mattino a Vicenza in Patronato e al pomeriggio tutti a Montecchio, dove gli antichi allievi delle due Case giuseppine fraternizzarono e assistettero in comune alle funzioni….”

 

MAGGIO 1938: Il giorno 8 si incontrano, a Torino al Collegio Artigianelli e in pellegrinaggio alla tomba del fondatore della Congregazione Leonardo Murialdo, antichi allievi del Veneto e del Piemonte. La federazione veneta è presente con una cospicua rappresentanza per ogni sezione (Montecchio Maggiore, Oderzo, Padova, Thiene, Vicenza, Venezia, Treviso, Spresiano…

 

Poi gli anni terribili della guerra, che vanno dal 1940 al 1945, ed i molti caduti su tutti i fronti, nei campi di internamento e nella lotta partigiana. E gli anni difficili del dopoguerra, ma non tutte le generazioni scompaiono.

 

MAGGIO 1962: Il primo maggio verso le ore 17, giungono una quindicina di ex allievi in Istituto: sono degli anni 1902, 1905, 1908 e 1912. Come dice la cronistoria, sono “molto simpatici ed affezionati, che si ripromettono di ritornare altre volte”. Sono 20 persone, alcune delle quali hanno persorso brillanti carriere di avvocato, di professore, di generale dell’esercito. “Vogliono, durante la visita, rivedere accuratamente le antiche fotografie per individuare le loro piccole persone”.

 

SETTEMBRE 1964: Il direttore P. Gino Gini si dà da fare per far risorgere l’associazione ex allievi. Dicono le cronache: (10) “L’idea di radunare i nostri ex allievi, che dal 1901 fino a questi ultimi anni frequentarono il nostro istituto, era stata seguita da tempo dal nostro reverendo rettore, il quale ai primi di maggio, dopo aver implorato l’aiuto di Dio e la materna protezione della Madonna, cominciò ad attuare il suo piano. Le adesioni furono molte ed entusiastiche, per cui ai primi di settembre egli inviava una seconda circolare, indicando il raduno per l’ultima domenica del mese”. Si sovolsero le prime votazioni per il Consiglio Direttivo e il rettore diede lettura dei membri eletti , dopo aver sentito privatamente il parere della maggioranza. Risultarono eletti: presidente il cav. Giovanni Zanin, vice presidente e consigliere del primo ventennio del Collegio il signor Stefano Trevisan. Per il secondo ventennio: vice presidente il prof. Domenico Stella, consigliere il prof. Giuseppe Martelletto. Per il terzo ventennio: vice presidente il signor Tarcisio Boschetti, consigliere il signor Vittoriano Nori. All’indomani del primo raduno generale degli ex allievi è pubblicato lo Statuto dell'Associazione.

 

SETTEMBRE 1967: Sollecitato da varie parti, il giorno 24 si tiene in Istituto il secondo raduno generale degli ex allievi. Per completare il racconto del secondo raduno generale degli ex allievi, riporto qui sotto parte del discorso pronunciato durante l’assemblea dal direttore dell’Istituto P. Gino Gini: “Credo di prevenire una vostra legittima domanda: che cosa fu effettuato in questo triennio? Rispondo subito. Ci siamo preoccupati di aggiornare lo schedario degli indirizzi, che si è raddoppiato dopo il primo raduno: non è stato un lavoro facile! Ci siamo considerati ancora in rodaggio, protesi nel mettere le basi e la materia prima a questa associazione, che fra tutte trova una singolare rispondenza e tocca corde finora silenziose…. Tre volte all’anno vi abbiamo spedito il periodico “In cammino”, con cui vi abbiamo tenuti al corrente della nostra vita e della vostra di un tempo. Grazie alle vostre offerte, che ammontano a circa 750 mila lire, abbiamo pagato completamente l’arredamento di un’aula, e per questo vi sono molto riconoscente, e sono tanto sicuro che aiuterete ancora questa Casa, che diede inizio in questi ultimi mesi ad un moderno gabinetto scientifico di fisica e chimica”. Molte lettere di ringraziamento giungono in Istituto dopo il raduno: al direttore e al nuovo presidente dell’associazione prof. Domenico Stella, eletto per acclamazione durante l’assemblea, su proposta di Padre Gini.

 

DICEMBRE 1969: L’associazione ex allievi conta circa 550 soci sparsi in tutta Italia. Ad essi il presidente prof. Stella indirizza una circolare, invitandoli all’Istituto per un incontro spirituale, in preparazione della festa del Natale. Accolgono l’invito circa 120 ex allievi, in gran parte giovani.

 

SETTEMBRE 1970: Il giorno 20 ha luogo il terzo incontro generale degli ex allievi: una giornata bella, di sole e di letizia. I presenti sono circa 200 ed assistono alle 10, nella cappella del Sacro Cuore, alla messa concelebrata da P. Armando Martini e dai Padri Mario Venturini, Antonio Nardon, Adriano Camparmò e Ferruccio Cavaggioni.

 

SETTEMBRE 1972: Domenica 24 un buon numero di ex allievi, accogliendo l’invito del direttore P. Giuseppe Bellotto, si riunisce in Istituto per la solenne commemorazione dei compianti Giuseppini P. Antonio Basso, P. Dario Priante e P. Mariano Bonato, “già instancabili operai della Scuola Apostolica ospite in Istituto”. Il discorso commemorativo sui tre scomparsi è tenuto dal presidente dell’associazione prof. Domenico Stella, che lumeggia le virtù dei tre, il loro zelo, la loro straordinaria attività, e il loro valido contributo per il progressivo sviluppo della Scuola Apostolica.

 

SETTEMBRE 1973: Domenica 16 ha luogo il quarto raduno generale. Circa 150 ex allievi ritornano in Istituto, che li aveva accolti adolescenti, orientandoli a quel tipo di vita a cui la Provvidenza li richiamava. Scopo principale del raduno è la celebrazione del primo centenario di fondazione della Congregazione Giuseppina, alla quale gli ex allievi sono legati da profondi sentimenti di affetto e di riconoscenza.

 

MARZO 1975: Domenica 16 nell’Istituto ha luogo un incontro di 145 giovani ex allievi, che vi erano stati studenti negli anni 1966 – 1974. Il presidente Stella conclude il suo intervento con queste parole : “Come vorreste impostare la nostra associazione?" Sergio Faresin, laureando in medicina e vicepresidente per gli ex allievi più giovani, afferma: “Qui abbiamo ricevuto il bene, che è ciò che conta; fuori l’abbiamo visto crescere. Sull’impostazione dell’associazione possiamo avere varie idee: l’importante è crearla giorno per giorno nell’amicizia e nell’aiuto reciproco, umano, religioso, costruttivo sempre e in profondità. E aiutare anche i Padri senza limiti prefissati di struttura e di forme: l’amore inventa sempre”.

 

SETTEMBRE 1976: Domenica 26, senza grandi clamori, ma in un clima di simpatia e cordialità, ha luogo nell’Istituto il raduno generale degli ex allievi. In tale circostanza è ricordato in modo particolare il 75º anniversario di fondazione della Casa Giuseppina di Montecchio Maggiore. Ne sono ripercorsi i lunghi anni di vita; un incalzante succedersi di eventi; un richiamo commosso delle persone, Padri e amici che si sono fissati indelebilmente nel cuore sfidando il cumulo degli anni; la gioiosa certezza che l’Opera vive e prospera e si proietta con nuove speranze verso l’avvenire.

 

MARZO 1980: Domenica 30 marzo, in una mattinata di autentica primavera, amicizia e spirito religioso, gli ex allievi si ritrovano un’altra volta insieme. Il grande cortile, avvolto dalle colline in fiore e dominato dalla rossa visione dei due castelli, accoglie i vecchi compagni di Collegio e di scuola, al solito esplosivi e vocianti, pur con qualche ritocco di anni e di calore.

 

ANNO 1986: La cronaca dice che da un paio d’anni un gruppo di giovani ex allievi si sta dando da fare per sviluppare l’attività dell’associazione. Il lavoro svolto è di tutto rispetto: quattro incontri ex allievi per annate: 1975-1985, 1960-1975, 1950-1960, 1930-1950, più un incontro 1968-1970 in occasione della prima messa di P. Vinicio Carletti. E le prospettive future? C’è in preparazione un ritiro spirituale aperto a tutti gli ex allievi domenica 14 dicembre 1986, ma soprattutto un incontro generale di tutti gli ex allievi domenica 13 settembre 1987.

 

SETTEMBRE 1987: Domenica 13. Oltre 200 i partecipanti all’incontro generale ex allievi, in Istituto. Presenti anche il P. Gino Bisigato (in rappresentanza del superiore generale), gli ex direttori Padri Amedeo Pasotto, Eugenio Vencato, Bruno Bison, Giuseppe Bellotto (ora provinciale) e Flavio Allegro. Lo statuto dell’associazione, che si propone in primo luogo la formazione cristiana e la promozione umana dei suoi membri, è presentato dopo il cordiale saluto rivolto a tutti i partecipanti al convegno, dal direttore P. Solideo Poletti. In sostanza l’associazione è costituita da quanti hanno frequentato la scuola dell’Istituto Maria Immacolata, dai soci amici, da quanti collaborano attivamente alle opere giuseppine, e dai soci onorari, ovvero i sacerdoti che hanno frequentato la stessa scuola di Montecchio Maggiore. Lo statuto e la tessera sono approvati all’unanimità. Nel suo incontro del 21 novembre 1987, il nuovo consiglio dell’associazione, provvede con votazione segreta alla distribuzione delle cariche sociali nelle persone di Olivieri Paolo (presidente), Ferasin Sergio e Gonella Saverio (vice presidenti), Aleardi Stefano (segretario), Pellizzari Giorgio (cassiere), Nori Vittoriano (addetto stampa).

 

FEBBRAIO 1988: Domenica 21, in occasione della giornata del’ex allievo, il presidente Paolo Olivieri consegna la tessera ai soci usciti dall’Istituto nel giugno del 1987, presente il consiglio direttivo dell’associazione. Nel primo numero del nuovo periodico dell’Istituto, Incontriamoci, diretto dall’ex allievo Vittoriano Nori, è pubblicato un intervento del presidente Olivieri per l’attività svolta nel 1988 e quella in programma per il 1989.

DICEMBRE 1988: Esce il primo numero di "Incontriamoci", il periodico semestrale dell'Istituto Maria Immacolata gestito dall'Associazione Ex Allievi e diretto dall'ex allievo Vittoriano Nori.

 

SETTEMBRE 1989: Domenica 3 ha luogo il sesto raduno generale dei soci. Dall’assemblea esce il nuovo consiglio direttivo: Olivieri Paolo (presidente), Gonella Saverio e Boschetti Tarcisio (vice presidenti), Magnabosco Gianfranco (segretario), Pellizzari Giorgio (cassiere), Faresin Sergio, Aleardi Stefano, Rossi Claudio, Cola Carlo, Pellizzari Paolo, Pretto Fernando, Nori Vittoriano, Castegnaro Odorico, Battisti Livio, Magnaguagno Mirko (consiglieri).

 

SETTEMBRE 1991: Domenica 29. Si svolge l'assemblea generale partecipano circa 100 ex allievi. In assemblea sono presenti il vicario apostolico del Napo mons. Giulio Parise, il superiore generale P. Paolo Mietto, l’on. Luciano Righi e P. Amedeo Pasotto, che celebra cinquant’anni di sacerdozio. Da questo raduno generale esce un nuovo consiglio direttivo che si incontra il 27 ottobre per l’assegnazione degli incarichi, come da statuto. Presidente è confermato il dott. Paolo Olivieri, vice presidenti Dino Rebecca e Saverio Gonella, segretario Paolo Pellizzari, cassiere Giorgio Pellizzari. Sono consiglieri: Stefano Aleardi, Livio Battisti, Odorico Castegnaro, Sergio Faresin, Gianfranco Magnabosco, Mirko Magnaguagno, Massimo Marcolin, Ferruccio Nicolato, Vittoriano Nori.

 

MARZO 1992: Domenica 22, “in un’atmosfera di intensa intimità” si ritrovano gli ex allievi dei primi tre corsi del dopoguerra: 1945, 1946 e 1947. Gli abbracci ed i saluti d’incontro ricreano l’atmosfera dei vecchi tempi e tutti si trovano immersi nei ricordi di quarant’anni prima. Volti maturi, buona dose di capelli bianchi, ma tanta gioia alla vista del compagno di banco. L’incontro spirituale di P. Mario Solero sottolinea “l’incredibile promozione di iniziative del Murialdo e la preveggente capacità di operare nel sociale del suo tempo”. Segue la messa concelebrata dai sacerdoti presenti, con la partecipazione quanto mai gradita di P. Giambattista Turcato, prefetto di quegli anni. Tutti poi si fermano a pranzo. Sempre a marzo del 1992 si incontrano gli ex allievi dei corsi 1995 – 1996 presso l’Istituto, insieme a P. Solideo Poletti. Sono presenti anche P. Gianni Tescaro, direttore dell’Istituto e il presidente dell’associazione dr; Paolo Olivieri. Don Poletti presenta il tema dell’incontro: “Riflessione e revisione degli anni trascorsi nell’Opera giuseppina”. Sono rivolte anche delle domande agli intervenuti su come migliorare le attività dell’associazione e proposte per modificare l’organizzazione dell’Istituto.

 

MARZO 1993: Nel calendario Murialdino, domenica 14 marzo è la giornata dell’ex allievo giuseppino e in Istituto è scelta questa data per un incontro degli ex allievi di prima, seconda e terza media degli anni 1949, 1950 e 1951. 

SETTEMBRE 1993: Domenica 12 settembre, assemblea generale. All’8º raduno generale è presente il superiore provinciale P. Gino Bisigato e l’assistente regionale P. Mario Meneghini. All’assemblea, dopo gli interventi del superiore provinciale e del direttore P. Gianni Tescaro, viene proiettata una videocassetta relativa alla gita-pellegrinaggio a Torino in occasione dell’inaugurazione dell’urna di S. Leonardo Murialdo. Seguono, quindi, le operazioni di voto per il rinnovo del consiglio di presidenza e gli interventi di alcuni presenti, che continuano poi anche durante il pranzo, dopo la messa celebrata dai Padri presenti. L’8º raduno si conclude in un clima di intensità e di ricordi perenni per i convenuti, durante il pranzo, con i Padri e i compagni di scuola.
Il 10 ottobre sono distribuiti gli incarichi nel nuovo consiglio: presidente Olivieri, vice presidenti Rebecca e Paolo Pellizzari (con funzione anche di segretario), cassiere Mirko Magnaguagno, responsabile Missioni Ferruccio Nicolato, addetto stampa Nori, consiglieri Battisti, Castegnaro, Gonella, Magnabosco, Giorgio Pellizzari, Eliseo Sinico, Claudio Rossi e Armando Pizzolato.

 

MARZO 1994: Domenica 13 marzo, bella e limpida, favorisce con il suo tenue tepore primaverile, l’incontro degli ex allievi dell’Istituto tra coloro che hanno terminato la terza media negli anni dal 1968 al 1974. “Con un rituale ormai consueto si affacciano al grande cortile interno per scrutare volti e rinfrescare ricordi ormai ultraventennali. Dopo i primi formali saluti, la mente scava frettolosa nel passato, ed ecco che le facce si fanno più delineate, la stretta di mano più calorosa, qualche pacca sulla spalla e si ritorna senza indugio ai bei tempi, a snocciolare nomi di Padri Giuseppini e di compagni di classe. Si respira un’aria di fraternità ritrovata”. 

AGOSTO 1994: Il 20 agosto, un gruppo di ex allievi festeggia P. Mario Perin, missionario giuseppino in Equador, ritornato a Bastia (Padova) per un periodo di riposo. Lì, suo paese natale e di residenza della famiglia, la cordialità e la gioia sono di casa e fanno una cornice serena all’incontro con quanti sono venuti a festeggiarlo. Al vicino santuario di Monte Madonna, P. Mario e P. Vittorino Nadal concelebrano.

 

SETTEMBRE 1995: Domenica 3 settembre, 9º raduno ex allievi. “Un’importantissimo avvenimento dell’anno 1994 la elezione a vescovo dell’ex superiore generale P. Paolo Mietto, ex allievo dell’Istituto Maria Immacolata. Alcuni consiglieri di presidenza partecipano all’ordinazione episcopale a Roma il 22 ottobre. L’anno 1994 è stato inoltre importante per il XIXº capitolo generale della Congregazione dei Giuseppini, un appuntamento che richiama l’attenzione ogni sei anni". Il consiglio di presidenza scaturito dalla assemblea dei soci è così composto: Paolo Olivieri (presidente), Dino Rebecca e Saverio Gonella (vice presidenti), Paolo Pellizzari (segretario), Mirko Magnaguagno (cassiere), Ferruccio Nicolato (incaricato missioni), Vittoriano Nori (incaricato stampa), Livio Battisti, Odorico Castegnaro, Gaetano Cracco, Gianfranco Magnabosco, Giorgio Pellizzari, Armando Pizzolato, Claudio Rossi, Eliseo Sinico (consiglieri).

 

SETTEMBRE 1996: Un altro ex allievo, Saverio Gonella (uno dei due vice presidenti dell’associazione) scrive in ‘Incontriamoci’ (45) di un altro incontro. “Nel pomeriggio di sabato 28 settembre l’Istituto Maria Immacolata ha ospitato un gruppo di suoi ex allievi. L’occasione per ritrovarsi è stata data dall’ordinazione sacerdotale di Roberto Cracco, avvenuta nel mese di aprile a Torino. All’appello lanciato hanno risposto in 30 ex allievi (classe 1960) e non han voluto mancare nemmeno P. Albano Dalla Vecchia e P. Vittorio Buset, entrambi insegnanti di allora”.

 

APRILE 1997: Domenica 20 un gruppo di ex allievi dell'Istituto Maria Immacolata si è recato in visita presso la casa di Ponte di Piave, ora retta da don Gianni Tescaro, già direttore della nostra opera. 

SETTEMBRE 1997: Domenica 14 si è svolto il 10° Raduno Generale degli Ex Allievi. Il momento più importante della giornata è l'incontro con p. Mario Zarantonello, missionario giuseppino in Sierra Leone, che con appasionate parole ritrae la situazione generale in quel lontano paese epropone alcune iniziative che gli ex allievi possono realizzare. Dal 10° Raduno Generale scaturiva anche un nuovo Consiglio di Presidenza dell'Associazione. Risultavano Eletti: Olivieri Paolo (Presidente), Castegnaro Odorico (Vice), Pellizzari Paolo (Vice), Nori Vittoriano (Incaricato Stampa), Nicolato Ferruccio (Incaricato Missioni), Magnaguagno Mirco (Cassiere), Pellizzari Giorgio (Segretario), Battisti Livio, Gonella Saverio, Rebecca Dino, Magnabosco Gianfranco, Bellin Alessandro e Rossi Claudio (Consiglieri). 

DICEMBRE 1997: Domenica 28,all'età di 68 anni, nella sua residenza di Costabissara (VI), viene a mancare il nostro amico ed insostituibile collaboratore Vittoriano Nori. Alla sua memoria viene dedicata anche la realizzazione di questo sito, quale ringraziamento dell'Associazione per la sua preziosissima opera di ricerca storica, che ha permesso la realizzazione del volume "Cento Anni di Giuseppini a Montecchio Maggiore", nonchè moltissime delle informazioni contenute nel sito medesimo.

 

LUGLIO 1998: Esce in numero unico "Incontriamoci Flash", ciclostilato in proprio, è stata una realizzazione volta a ricordare il compianto Vittoriano Nori e a far proseguire, seppur tra oggettive difficoltà, l'opera di collegamento a mezzo stampa tra gli ex allievi. Venuto infatti a mancare il direttore responsabile della testata "Incontriamoci", si è reso necessario uscire con un numero "estemporaneo" in attesa di avere un nuovo direttore che consentisse la ripresa della pubblicazione del nostro giornalino.

 

GIUGNO 1999: Domenica 6, gli ex allievi degli anni 1949 - 1952 si radunano presso l'Istituto per festeggiare assieme a don Mario Meneghini i 50 anni di ordinazione sacerdotale.

DICEMBRE 1999: Esce il numero 22 di "Incontriamoci", che faticosamente riprende l'attività sotto la nuova direzione del Dott. Pitton Gianmaria. Domenica 12, si sono radunati presso l'istituto gli ex allievi che hanno frequentato la III media negli anni 1979 e 1982.

 

APRILE 2000: Sabato 29 e domenica 30 aprile si è svolta una gita a Torino e dintorni, organizzata dall'Associazione. In questa occasione si è potuto riabbracciare don Mario Venturini, giuseppino del Murialdo, già primo parroco della parrocchia di S. Maria Immacolata, presso l'opera dei giuseppini a Montecchio Maggiore. 

SETTEMBRE 2000: XI Raduno Generale Ex Allievi. L'incontro si è svolto presso il Santuario Grotta di Lourdes a Chiampo (VI). Il motivo di questa scelta è stato dettato dal fatto che l'anno 2000 era anno giubilare e che il santuario di Chiampo era la Chiesa Giubilare più vicina al nostro istituto, quindi la sede più comoda per celebrare assieme il GIubileo. In questa sede è stato riconfermato l'intero consiglio direttivo, per alzata di mano.

 

SETTEMBRE 2001: Centenario dell'Istituto "Maria Immacolata". Le celebrazioni del centenario sono iniziate sabato 15, con una fiaccolata che, partita dal duomo di S. Maria e S. Vitale in Montecchio Maggiore, si è conclusa nell'ampio piazzale del nostro istituto. Così come avvenne in quel lontano 1901, la popolazione di S. Vitale e della Valle ha accolto con calore ed entusiasmo lo spirito murialdino. Molteplici sono state le iniziative messe in campo per questa importante occasione: la più importante è stata l'edizione del volume "Cento Anni di Giuseppini a Montecchio Maggiore", curata da Lino Vandin e da Nevio Zanni, che hanno portato a compimento quell'opera così sentitamente voluta dal compianto Vittoriano Nori. Non meno degne di menzione la S. Messa concelebrata da numerosissimi sacerdoti giuseppini, l'Inno del Centenario, composto per l'occasione dal padre giuseppino M° Gaetano Castiglia, la ricca mostra fotografica curata da Nevio Zanni, la mostra di arti figurative, l'inaugurazione dello stemma del centenario posto sulla facciata principale dell'istituto (ideato e realizzato da ex allievi), il recital realizzato dai giovani della parrocchia ed il pranzo per le oltre 600 ">SETTEMBRE 2001: Centenario dell'Istituto "Maria Immacolata". Le celebrazioni del centenario sono iniziate sabato 15, con una fiaccolata che, partita dal duomo di S. Maria e S. Vitale in Montecchio Maggiore, si è conclusa nell'ampio piazzale del nostro istituto. Così come avvenne in quel lontano 1901, la popolazione di S. Vitale e della Valle ha accolto con calore ed entusiasmo lo spirito murialdino. Molteplici sono state le iniziative messe in campo per questa importante occasione: la più importante è stata l'edizione del volume "Cento Anni di Giuseppini a Montecchio Maggiore", curata da Lino Vandin e da Nevio Zanni, che hanno portato a compimento quell'opera così sentitamente voluta dal compianto Vittoriano Nori. Non meno degne di menzione la S. Messa concelebrata da numerosissimi sacerdoti giuseppini, l'Inno del Centenario, composto per l'occasione dal padre giuseppino M° Gaetano Castiglia, la ricca mostra fotografica curata da Nevio Zanni, la mostra di arti figurative, l'inaugurazione dello stemma del centenario posto sulla facciata principale dell'istituto (ideato e realizzato da ex allievi), il recital realizzato dai giovani della parrocchia ed il pranzo per le oltre 600 persone intervenute, curato dai volontari sempre della parrocchia. Una festa indimenticabile!

 

MAGGIO 2002: Domenica 19 Conclusione del Centenario. Anche in questa occasione si sono organizzate diverse attività, tuttavia la principale è stata la benedizione della posa della prima pietra dell'erigenda chiesa della parrocchia di "S. Maria Immacolata" presso il sito dell'Istituto, progetto dell'Arch. Giuseppe Pilla. Tra i vari sacerdoti che hanno concelebrato nel sacro rito, merita un ricordo particolare don Mario Venturini, primo parroco ed energico fautore dell'ormai consolidata parrocchia giuseppina a Montecchio Maggiore. A lui l'eterna stima ed affetto della redazione di "Incontriamoci", che ha curato anche la realizzazione di questo sito. 

DICEMBRE 2002: il giorno 8, solennità di S. Maria Immacolata, si è tenuta l'assemblea dei soci dell'Associazione Ex Allievi di Montecchio Maggiore, che hanno provveduto al rinnovo del Consiglio di Presidenza. In questa occasione risultarono eletti: Olivieri Paolo (Presidente), Gonella Saverio e Pellizzari Paolo (Vice Presidenti), Pellizzari Giorgio (Segretario), Magnaguagno Mirco (Cassiere), Nicolato Ferruccio (Incaricato missioni), Battisti Livio, Bellin Alessandro, Bertacche Giovanni, Castegnaro Odorico, Rebecca Dino e Rossi Claudio (Consiglieri). In data 12 ottobre, in occasione della prima riunione del nuovo consiglio, è stata cooptata come consigliere Valentina Rumere, in rappresentanza del gruppo givani ex allievi.

 

APRILE 2003: Gioie e dolori. Festeggiamenti per il 50° di Ordinazione Sacerdotale di don Mario Venturini e cordoglio per la scomparsa di don Albano Dalla Vecchia. 

AGOSTO 2003: Sabato 30, presso il santuario della Madonna in Monte di Bastia di Rovolon (PD), alcuni ex allievi si sono stretti assieme al loro caro amico don Mario Perin, rientrato brevemente in Italia dalla missione giuseppina del Napo, in Ecuador.

 

MAGGIO 2004: Ordinazione sacerdotale di don Fabio Cozza, giuseppino del Murialdo, originario di S. Urbano di Montecchio Maggiore. 

OTTOBRE 2004: Domenica 24, gli ex allievi si sono stretti attorno a don Lino Feltracco, che ha festeggiato i 25 anni di ordinazione sacerdotale. Un esempio di vita che non può lasciare nessuno indifferente…



MARZO 2005: Sabato 26, è passato a miglior vita l’amico e consigliere Dino Rebecca (Cervarese S. Croce, 1933 – Bastia di Rovolon, 2005). Il Consiglio di Presidenza lo vuole ricordare con profonda stima e gratitudine. 

MAGGIO 2005: Domenica 22, gli ex allievi si sono uniti alla comunità parrocchiale di S. Maria Immacolata per la solenne inaugurazione della nuova chiesa parrocchiale, eretta nelle immediate vicinanze dell’Istituto. 

SETTEMBRE 2005: Domenica 18, si è tenuta l'assemblea dei soci dell'Associazione Ex Allievi di Montecchio Maggiore, che hanno provveduto al rinnovo del Consiglio di Presidenza. In questa occasione risultarono eletti: Battisti Livio, Bellin Alessandro, Bertacche Giovanni, Castegnaro Odorico, De Toni Antonio, Gonella Saverio, Magnaguagno Mirco, Nardelotto Federico, Nicolato Ferruccio, Olivieri Paolo, Pellizzari Giorgio, Pellizzari Paolo, Roccoberton Sandra, Rossi Claudio.